Happy Halloweed.

Oggi vi parlo di una festività che ho inventato circa 35 secondi fa, ovvero Halloweed. L’etimologia di questa parola è semplicissima, mi è bastato immaginare come il mio amico Edo questa sera festeggerà HALLOween in uno dei diciotto stati americani in cui la WEED è legale, ovvero la California, e creare un connubio tra le due. Sono stato attratto dagli Stati Uniti sin da quando ho memoria, ho sempre guardato alle serie TV e ai film americani con un misto di ammirazione e gelosia, come un bambino che guarda il proprio amico giocare con un peluche che sa non potrà mai avere, o perlomeno non tanto facilmente. Questa sera, mentre noi italiani “bimbominchieremo” questa festa, dall’altro lato del pianeta (quello appartenente allo Zio Sam per intenderci) si fermeranno città intere travolte dall’atmosfera Halloweniana, si faranno feste per gli adulti e si sgombreranno le strade per permettere ai più piccoli di correre da casa a casa strillando “TRICK OR TREAT?” per poi ricevere montagne di caramelle. La festa vera però io la farei nello stesso posto in cui la farà Edo, ovvero a Venice Beach, la spiaggia più famosa di Los Angeles dove in questo momento ci sono 32 gradi celsius e dove c’è la più alta concentrazione della città di marijuana dispensaries, ovvero delle vere e proprie farmacie in cui qualsiasi individuo munito di prescrizione medica può acquistare legalmente Cannabis di ottima qualità, saperne la provenienza e soprattutto essere seguito da uno staff super competente in questo ambito.

La scelta di legalizzare la tanto demonizzata piantina è stata forse l’idea più redditizia degli ultimi cinque anni, seconda solo a quella di bombardare i paesi in via di sviluppo e fottergli il petrolio a con la scusa di portare la democrazia; basti pensare che di per sè la California guadagna in tasse circa un miliardo e trecento milioni di dollaroni ogni anno, se poi ci metti il quasi totale annientamento del traffico illegale di marijuana nello stato e la “gambizzazione” subita da parte della criminalità organizzata ti viene voglia di fare le coccole con un unicorno.

Nella speranza che questo possa accadere presto anche in Italia, HAPPY HALLOWEED A TUTTI!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *