Just Keep Moving #006

Buongiorno buongiorno (leggi queste due parole con la voce di Guido Meda)! Con quello di oggi, siamo al sesto episodio di JKM! Ho un po’ di cose che mi frullano in testa, e te ne parlo subito.

Prima fra tutte, riguarda la scrittura del mio libro. Sono partito in quarta, ed ho prodotto moltissimo, soprattutto nei primi giorni. Ad oggi, mi trovo a due terzi della parte che ho intitolato “Inferno”. Sto trattando la parte che parla del mio ricovero in unità spinale all’Ospedale Niguarda. Oltre a descrivere quelli che erano i miei “compagni di sventura”, ho deciso di raccontare nel dettaglio la storia di uno di questi. Incontrarlo, è stato un punto fondamentale della mia risalita dal baratro in cui mi trovavo in quel periodo. Ha compiuto un gesto di una forza inimmaginabile, che ha fatto sì che mettessi in prospettiva la diagnosi che fino ad allora, avevo giudicato infausta. Mi fermo qui, giusto per non spoilerare troppo. Quello che invece voglio condividere con te, è un pensiero che è nato mentre scrivevo di questa persona. Cioè che la scrittura è un mezzo di una potenza inaudita! Trovo incredibile il fatto che, trasponendo il mio pensiero in parole scritte, è un po’ come se rievocassi quell’esatto momento. Non so come, ma mentre scrivo vengo trasportato in un mondo parallelo, ed ho l’impressione di ritrovarmici davvero. Un po’ come faceva Harry Potter quando infilava la capoccia nel pensatoio! Sono lì, nel momento che sto raccontando, come spettatore non pagante. È una sensazione strana, e mi chiedo se la proveranno anche quelli che leggeranno il libro. Mi auguro di sì.

Tornando agli altri pensieri che mi frullano in testa, ho diverse idee per questo blog, e per questa serie di episodi in particolare. Mi piacerebbe, ad esempio, raccontare le mie sensazioni in un video. Niente di troppo sofisticato, solo io e la telecamera, che racconto cosa si prova ad intraprendere un percorso come questo. Per ora è solo un’idea, ma che prima o ho poi intenzione di provare. Se hai qualche consiglio, critica o idea, lascia un commento qui sotto. Un punto di vista alternativo fa sempre comodo!

Un’altra idea che ho, e che mi piacerebbe provare, è quella di creare un podcast. Hai presente gli show che vengono registrati a microfono, e che poi vengono caricati su piattaforme dove è possibile ascoltarli? Come uno show radiofonico, ma senza musica. Potrei raccontare il mio progresso, e intervistare persone che hanno già portato a termine un progetto come il mio. Oltre che ad essere interessante (parere personale), potrebbe dare spunti ed idee ad altre persone che vogliono scrivere, ma non hanno idea di da dove partire. Ci sarebbe da organizzarsi bene, certo, ma la vedo come una cosa fattibile. Come prima, sono ben accetti i vostri pareri.

Adesso ti saluto, che esco a godermi un po’ il sole. Ci vediamo domenica!

6 thoughts on “Just Keep Moving #006”

  1. Ciao !, hai ragione, lo è davvero! Per quanto riguarda il fatto che per me nulla sia impossibile, permettimi di dissentire! Sono dell’idea che, con le dovute eccezioni, non esistano cose impossibili, semmai progetti più difficili di altri! La differenza tra chi compie “l’impossibile”, e chi no, sta nella perseveranza. Piccole azioni, ripetute nel tempo, portano a grandi risultati! Tutti possono, ma non tutti vogliono!
    Ti lascio con una frase di Babe Ruth: “Non si può battere una persona che non si arrende mai.”

  2. “È una sensazione strana, e mi chiedo se la proveranno anche quelli che leggeranno il libro. Mi auguro di sì.”
    UN BUON AUTORE SI RICONOSCE PROPRIO DALLA CAPACITÀ CHE HA DI RIUSCIRE A COINVOLGERE IL LETTORE A 360°. CIO CHE DI TUO HO LETTO FINORA MI DICE CHE CI SONO ASSOLUTAMENTE TUTTE LE PREMESSE!👌

    “Mi piacerebbe, ad esempio, raccontare le mie sensazioni in un video.”…..
    “Un’altra idea che ho, e che mi piacerebbe provare, è quella di creare un podcast.”….
    LE METE SI RAGGIUNGONO, COME GIUSTAMENTE DICI ANCHE TU, PER PICCOLI PASSI E CON PERSEVERANZA. L’IDEA È BUONA, MA PER ORA LA LASCEREI “LIEVITARE” AL CALDO E CONCENTREREI TUTTE LE ENERGIE SUL PROGETTO IN CORSO. REALIZZARLO SARÀ CERTAMENTE FONTE DI ISPIRAZIONE PER DARE IL VIA AD ALTRI PROGETTI CON PIÙ MATERIALE ED ED ESPERIENZA.

    È il parere che darei a mio figlio… KEEP GOING! 😉😉

  3. Ciao Marta! Non posso che darti ragione, considerando anche il fatto che già scrivere il libro e questa serie di episodi mi occupa parecchio la mente. Consiglio più che ben accetto, considerando anche il fatto che, visti i risultati di Camilla, vengono da una persona più che autorevole in questo campo! Grazie ❤

  4. … si un po’ vivo con lei questa esperienza che ormai è diventata una professione. Con pazienza e umiltà è riuscita a trovare la sua strada e sono certa che anche tu sia sul giusto percorso… bruciare le tappe non serve. Meglio una cosa alla volta fatta bene e il resto vedrai, verrà da sé. Nel frattempo le potrai raccogliere spunti e materiale x i tuoi progetti in cantiere 😊😊👍👍

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *